Narrazioni – La neurodiversità raccontata in una graphic novel

Come volevasi dimostrare.
Ecco fatto… Lei è passata dal gruppo dei neutotipici a quello dei neutodiversi.
E noi siamo qui per aiutarla.
(La differenza invisibile, pag. 121)


Amo le #graphicnovel e come riescono a rendere le #narrazioni efficaci e d’impatto. Questa volta ho scovato, googolando, questo libro. Da qualche tempo cerco possibilità narrative circa la #neurodiversità, spinta sia da esperienze personali, sia dalla scoperta di persone in #instagram, che seguo avidamente, le quali mi hanno dato l’opportunità di conoscere nuove prospettive, imparare nuove parole che celano modalità di creazione di realtà più aderenti e meno stigmatizzanti. E tutto questo, per me, è importante nel mio continuo percorso di formazione professionale e personale.


Perché propongo questa graphic novel?
💜 Sono rimasta folgorata dalla storia, la cui sceneggiatura è stata scritta proprio da una giovane donna #asperger (o #aspie come si vedrà nel corso del racconto), la quale riprende la sua personale autobiografia. E, dal mio punto di vista, è reso con illustrazioni che ben rappresentano le situazioni, i pensieri, le emozioni.
💜 La storia si dipana, facendo scoprire con semplicità e immediatezza le caratteristiche di una donna Asperger, il suo percorso per arrivare a conquistare una #diagnosi che le permette di comprendersi e di viversi finalmente per ciò che è.
💜 Marguerite, la protagonista, vive la sua #etichetta non in modo prescrittivo, ma descrittivo. Trova molto supporto ma anche molte resistenze di persone che non riescono a comprendere o che fanno commenti che rientrano nell’#abilismo.
💜 In questa graphic novel si scopre anche la difficile diagnosi per le donne asperger, in quanto meno studiate, con conseguente invisibilizzazione e #discriminazione. Infine, si possono trovare due prefazioni (quella originale e quella all’edizione italiana) che contestualizzano l’opera, e una parte finale di spiegazione di cos’è l’#autismo e la sindrome di Asperger semplici e fruibili.