ABC… LGBT! – Spirit Day

Il terzo giovedì di ottobre si celebra lo #spiritday, per ricordare le persone che hanno subito bullismo di matrice omolesbobitransfobica.
Nato nel 2009 dall’idea della canadese Brittany McMillan, è promossa dal Glaad, organizzazione no profit statunitense che promuove la corretta rappresentazione delle persone #gbtqia+ al fine di porre fine alla discriminazione per orientamento sessuale e identità di genere.
La scelta del colore viola si rifà alla bandiera rainbow, simbolo della comunità lgbtqia+, creata da Gilbert Baker. Secondo il creatore, il viola simboleggia lo spirito.

Ricordo che la discriminazione delle persone lgbtqia+ è ancora molto presente, e il bullismo omolesbobitransfobico colpisce non solo giovani lgbtqia+, ma anche chi non si conforma agli stereotipi e ruoli di genere.
Per contrastare questa forma di prevaricazione e violenza, dal mio punto di vista, è necessario lavorare sulla corretta rappresentazione delle persone lgbtqia+, sulla decostruzione di stereotipi legati ai generi e agli orientamenti, magari in chiave intersezionale. E, perché no, anche approvando una legge che tuteli efficacemente queste minoranze.